Crostata alle amarene

Ciao a tutti!
In questi giorni di grande attesa non so davvero più cosa inventarmi per far passare il tempo e non pensare in continuazione alla cucciola che sta per arrivare (che, per la cronaca, è in ritardo già di 5 giorni!).
Per fortuna la sciatica è passata ed ho recuperato un pò le forze.
Ieri quindi mi sono cimentata nella preparazione di una della torte che di solito mi riesce meglio: la crostata alla marmellata.

La ricetta che uso per la pastafrolla è sempre la stessa, quella che ho trovato in un ricettario della Bertolini, che seguo sempre alla lettera.
Lasciatemi però dire senza modestia che il risultato stavolta è stato eccezionale, mi sono proprio superata, forse perchè ho modificato un pò il procedimento cogliendo ispirazione da un’osservazione fatta da mio marito 😉

Ecco quindi a voi la ricetta della mia meravigliosa

CROSTATA ALLE AMARENE

Ingredienti (come da ricettario Bertolini)

300 g di farina
150 g di zucchero
125 g di burro
1 uovo e 2 tuorli
scorza grattugiata di un limone
sale
1 bustina di lievito Bertolini vanigliato
1 vasetto di marmellata di amarene (o altra marmellata a piacere)

Preparazione (rivisitata da me con la complicità di mio marito Nando)

Setacciate la farina ed il lievito Bertolini su di un piano infarinato. Unite il burro ammorbidito a pezzetti (io lo spezzetto e gli faccio fare un giro di microonde per fare prima 😛 ), lo zucchero, l’uovo e i due tuorli, la scorza del limone ed un pizzico di sale.

Impastate rapidamente gli ingredienti e formate una palla che metterete a riposare in frigorifero per 15 minuti.

Nel frattempo scaldate il forno a 180°.

Riprendete la pasta dal frigo e…qui sta la parte rivisitata da me 😉

Anzichè stendere la frolla con il mattarello, stavolta, dopo aver imburrato e infarinato una teglia a cerniera sul fondo e sui bordi, l’ho foderata aggiungendo pezzetti di pasta e premendo con le dita per compattare, creando un fondo di frolla e il bordo più alto con le dita (sempre per fare prima!).

Dopodichè ho versato il vasetto di marmellata e anzichè creare le classiche striscioline della crostata, ho sbriciolato con le dita la pasta rimasta e ci ho coperto la marmellata, creando così uno strato disomogeneo di frolla a coprire la crostata. L’idea me l’ha data mio marito che assaggiando una mia precedente crostata aveva osservato: “che buona questa frolla, la torta sarebbe più buona se ne fosse coperta sopra e sotto”.

E così ho fatto!

Ho poi infornato per 35 minuti circa (guardate il colore, dev’essere bella dorata) nel forno preriscaldato sopra e sotto, nel secondo livello dal basso, poi per gli ultimi 5 minuti ho impostato la modalità solo sotto.

Ed ecco qua!

crostata alle amarene1

La cottura è venuta davvero perfetta, vedete come la marmellata è compatta tra i due strati di frolla?
Ed è buonissima!!! 😉 Provatela e poi mi direte!

Lascia un commento

*